Oggi ci occuperemo dei microdati in Html5, un ottimo modo per ottenere visibilità ancor prima che l'utente clicchi sul nostro link attraverso Google. I microdati infatti vengono visualizzati direttamente sotto le SERP e permettono di dare valore aggiunto ad alcuni importanti elementi della nostra azienda e/o attività. Scopriamo insieme cosa sono e come usarli in modo corretto.

Che cosa sono i microdati?

I microdati sono elementi introdottti dal nuovo standard HTMl5 e permettono di visualizzare informazioni utili direttamente nelle SERP di Google. I vantaggi sono presto detti: maggiore visibilità, informazioni subito a portata di mano, ideali per aziende, articoli e persone. I microdati sono pertanto un ottimo mezzo per valorizzare il proprio brand, ancor prima che l'utente visiti il nostro sito.

Per maggiori delucidazioni vi invito a dare un'occhiata a questo screenshot che raffigura un perfetto uso di microdati:

Lo screen è stato preso da Google uno dei primissimi siti (insieme a LinkedIn) che ha adottato questa "tecnica" per valorizzare i propri account. Come vedete ancora prima di cliccare sul nome abbiamo una panoramica generale di stato e occupazione della persona cercata.  I microdati per dovere di cronaca, sono le informazioni che vedete in grigio chiaro. Ovviamente i microdati non si limitano alle persone, ma possono essere applicati anche ad aziende, luoghi, recensioni. 

Passimo alla sintassi: i microdati vanno distinti per vocabolari, possiamo consultare una lista delle proprietà disponibili a seconda del settore a questo indirizzo ufficiale.

Ovviamente a seconda della tipologia (persone,aziende, recensioni etc) possiamo specificare nei microdati diversi tipi di proprietà da visualizzare.

Come si usano i microdati?

Passiamo alla pratica, ecco un esempio di microdati (ovviamente da inserire in una pagina web):

Veniamo alla spiegazione del codice:

In questo esempio particolare ho usato due tipi di microdati annidati uno dentro l'altro: una tipologia (itemtype) è "Organization" (aziende, brand) mentre l'altra è "Address". In questo modo posso facilmente specificare per la mia azienda o brand sia il nome, il telefono e il sito web , ma anche la via e le informazioni per essere trovato facilmente dai visitatori. Tuttavia potete anche usare un solo itemtype a seconda delle vostre esigenze.

Dentro gli "itemtype" dovete poi inserire le varie proprietà che potete reperire direttamente dal vocabolario ufficiale. Ovviamente tutto il codice va inserito all'interno della vostra pagina web (nella home andrà benissimo), oltre a span potete usare anche <p>, o <div> a seconda delle vostre esigenze di layout. Il risultato? nel vostro sito web apparirà un comodo riepilogo della vostra azienda o brand, mentre google visualizzerà nelle SERP i microdati inseriti come avete visto nel precedente screenshot. 

NOTA: L'aggiornamento dei microdati da parte di google e la loro visualizzazione non sono immediati, e neppure garantiti: essi hanno bisogno di una tempistica molto elevata per essere visualizzati nelle SERP, la velocità varia a seconda del traffico generato dal vostro sito e dalla popolarità dello stesso.

Come faccio a testare i miei microdati?

I microdati possono essere facilmente testati attraverso il tool ufficiale di Google, basta inserire l'url del vostro sito e iniziare il test. Di default vi apparirà anche una pagina di esempio che vi consiglio di analizzare per imparare ulteriori trucchi e feature avanzate di questa potente tecnica HTML5.

Alla prossima!

The following two tabs change content below.

Riccardo Mel