Era ormai il lontano 2001 quando l’ideatore del World Wide Web Tim Berners Lee parlò per la prima volta di Web Semantico. L’idea secondo la quale l’universo dei documenti presenti sul web sarebbe stata “scannerizzata” da agenti intelligenti che ne avrebbero compreso ed ordinato il contenuto, rendendo più semplice ed evoluta la navigazione degli utenti sembrava alquanto avveniristica. Oggi invece il sogno di un web intellegibile alla macchina sembra sempre più realizzabile, grazie anche ad un linguaggio ancora in corso di definizione, l’HTML5.

Le novità introdotte da questo linguaggio di markup sono state salutate con entusiasmo da sviluppatori e web designer. L’intento del World Wide Web Consortium è stato infatti quello di standardizzare nuovi comandi e funzionalità che permettessero la visualizzazione dei contenuti in una determinata modalità, senza il ricorso a plugin o ad estensioni di natura proprietaria dei browser. In parole povere questo significa che si sta percorrendo una strada verso la quale si arriverà a visualizzare lo stesso contenuto, indipendentemente dalla versione del browser utilizzato da parte dell’utente. Ma non solo. Avremo infatti un tag specifico per ciascun tipo di informazione così che sarà possibile per il browser comprendere il “contenuto” del documento, leggendone soltanto la struttura.

Anche gli spider dei motori di ricerca avranno vita più facile: l’organizzazione di un documento HTML5 attraverso i tag <header>, <aside>, <article>,<footer> permetteranno ai “ragnetti” di Google di capire qual è il contenuto più rilevante in quella determinata pagina e come rispondere al meglio alle query dell’utente. In <article> si troverà infatti il contenuto più importante della pagina, mentre quello presente in <footer> sarà messo in ultimo posto nella gerarchia di importanza.

Altro aspetto da non sottovalutare, con la diffusione sempre più massiccia di smartphone (+ di 20 milioni in Italia) è poi quello della geolocalizzazione. Con l’HTML5 una goccia di JavaScript, infatti vi è la possibilità di ottenere dal browser le coordinate geografiche dell’utente, come latitudine, longitudine, altitudine.

Per essere aggiornati su questa e su tante altre novità il 26 maggio dalle ore 10.00 alle ore 17.00 a Roma in via Oslavia 39 B (metro Lepanto) si terrà un workshop su tutte le possibilità introdotte con HTML5 e CSS3.  La finalità del workshop sarà quello di aggiornare i partecipanti sui nuovi elementi di input, i tag audio e video, il tag canvas, il web storage, la geolocalizzazione, i web font, i box model, le media queries e molto altro. Per iscriversi basta compilare il form presente su questa pagina http://www.faber04blog.com/news/html5-css3-workshop-roma-26-maggio .

Buon HTML5 a tutti!

The following two tabs change content below.