Ottimizzare il codice, rimuovere i colli di bottiglia e sfruttare al meglio l'hardware: ecco come si distingue un vero programmatore da chi sa scrivere un po' di codice a caso. Vediamo allora che strumenti usano i veri PRO per profilare e analizzare il proprio codice HTML5.

Firebug

Il più amato dagli amanti di Firefox: questo plugin ormai integrato col browser ha una serie di strumenti estremamente utili per tutti i developer, inclusa una sezione "profiler" dove vengono mostrate tutte le funzioni che vengono chiamate e il loro tempo di esecuzione. Trovare quella che blocca tutto non sarà più un problema! http://getfirebug.com/javascript

All'interno di Firebug è inoltre integrato YSlow, un tool che serve per studiare le performance di una pagina analizzandone elemento dopo elemento. Questo strumento è più indicato per ottimizzare la velocità di caricamento (i suggerimenti che fornisce riguardano ad esempio la compressione delle immagini, la minificazione del JavaScript et similia) ma in generale offre un ulteriore panoramica dei punti dove la nostra pagina si inceppa

Speed Tracer

Questa estensione di Chrome analizza la nostra applicazione web e indica su un grafico i "picchi" di utilizzo risorse, collegandoli anche con le chiamate di rete così da permetterci di identificare con precisione dove e perchè la nostra web app diventa lenta. Il video di presentazione è piuttosto interessante:

Da provare per tutti quelli che usano Chrome: https://developers.google.com/web-toolkit/speedtracer/

Chrome Developer Tools: Profiles Panel

A dirla tutta Chrome ha già un sistema di profilazione, senza la necessità di installare altro software e plugin. Basta andare su "Strumenti per developer" (anche cliccando col destro su un qualunque punto di una pagina e poi selezionando "Ispeziona elemento") e poi cliccare su "Profiles"

The following two tabs change content below.
Silvio Porcellana
Silvio Porcellana è il fondatore di mob.is.it, il tool che centinaia di agenzie e professionisti di tutto il mondo utilizzano per creare con semplicità siti mobili e applicazioni native per i loro clienti. Tiene anche un podcast dove racconta ogni venerdì le sue avventure imprenditoriali, senza veli o segreti: Opus Digitalis